Lo sport è davvero inclusivo con Dis-PLAY

Giro di boa per Dis-PLAY, il progetto de L’Arca Cooperativa in partenariato con Edudigital, ASD Nuova Abbiate,  Associazione Edera e Comune di Tradate per lo sport e l’inclusione sociale dei bambini con autismo.
Bambini entusiasti ed educatori preparatissimi sono i pilastri di questa straordinaria esperienza, che coniuga i benefici dell’attività sportiva di squadra con le nuove tecnologie in campo di apprendimento e didattica. “L’esperienza sul campo – commenta Luca Biscella, educatore del progetto – è senza dubbio molto stimolante, perché i ragazzi giocano insieme, si divertono e imparano le regole della socialità. Dis-PLAY migliora ad ogni allenamento: l’interazione tra i bimbi è ottima ed è ogni volta un’emozione sentirsi chiamare “Mister”. Tra di noi si è creato nel giro di pochissimo tempo un bellissimo rapporto di fiducia reciproca, un meraviglioso do ut des, dove la moneta di scambio è la gioia della condivisione e del crescere insieme. Per i nostri piccoli calciatori, ogni incontro è il tassello di un grande puzzle, da costruire con la squadra con entusiasmo, un passo dopo l’altro, puzzle che si compone anche della fondamentale integrazione dello sport con la tecnologia, che sta aiutando i piccoli partecipanti a rielaborare il vissuto sul campo. Dal canto mio, la cosa che mi ha sorpreso di più è stato il fatto di vedere, al di là delle restrizioni anticontagio, un gruppo omogeneo, senza disuguaglianze, aperto all’ascolto e all’accoglienza; una vera e propria squadra fatta di tanti bimbi tutti diversi tra loro ma sempre pronti a tendersi la mano per aiutarsi e scambiarsi un grande sorriso nei momenti di difficoltà”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *