Chi siamo

Nel corso dell’anno 2007 è nata L’Arca cooperativa sociale (per brevità L’Arca), cooperativa di tipo A che attraverso la gestione di servizi socio – sanitari ed educativi (Centro Diurno Disabili e Centro Socio – Educativo) persegue l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale.

Il mandato principale della Cooperativa è quello di essere un luogo di accoglienza e di condivisione del bisogno in un clima di rispetto dell’individuo e della sua libertà e di valorizzazione della sua autonomia e responsabilità.

La mission dell’unità d’offerta socio-sanitaria e i valori cui si ispira fanno riferimento alla cornice della Qualità di Vita. In linea con la visione proposta da questo modello, analizzato più nello specifico nell’apposita Linea Guida Interna, ogni progetto di presa in carico per le persone con disabilità viene declinato attraverso metodologie e strumenti propri delle Scienze Cognitivo – Comportamentali e Psicoeducative.

In quest’ottica si definiscono metodologie che tendono a garantire una progettazione e una relazione di aiuto realmente centrata sulla Qualità di Vita della Persona. Questo mutamento di prospettiva mette realmente la persona al centro del funzionamento dell’organizzazione, non solo nelle dichiarazioni contenute nelle mission istituzionali, ma nei loro sistemi di progettazione.

L’Arca Cooperativa Sociale si impegna ad osservare e adottare i principi della Convenzione Internazionale sui Diritti delle Persone con Disabilità, applicando le norme della stessa nei regolamenti, nelle politiche e nei servizi di propria competenza per promuovere, proteggere e assicurare il pieno ed eguale godimenti di tutti i diritti umani e di tutte le libertà fondamentali da parte delle persone con disabilità.

Tale convenzione viene sostenuta e diffusa all’interno della cooperativa come Linea Guida interna di fondamentale importanza ponendo l’accento sui principi generali come:

  • Il rispetto per la dignità intrinseca, l’autonomia individuale – compresa la libertà di compiere le proprie scelte – e l’indipendenza delle persone;

  • La non – discriminazione;

  • La piena ed effettiva partecipazione ed inclusione all’interno della società;

  • Il rispetto per la differenza e l’accettazione delle persone con disabilità come parte della diversità umana e dell’umanità stessa;

  • La parità di opportunità;

  • L’accessibilità;

  • La parità tra uomini e donne;

  • Il rispetto per lo sviluppo delle capacità dei bambini con disabilità e il rispetto per gli stessi a preservare la propria identità.